Elezioni Sulmona, candidato sindaco di Sel Domenico Capaldo: “Solidarietà e si faccia piena luce sull’episodio delle intimidazioni”

SULMONA – “Nell’esprimere solidarietà ad una candidata per la intimidazione ricevuta in relazione alla sua partecipazione e presenza nelle liste di Di Masci, chiediamo che si faccia piena luce sull’episodio e che la competizione elettorale non venga macchiata e inquinata da fatti deplorevoli che, speriamo, si chiudano qui”. Commenta così il candidato sindaco di Sel Domenico Capaldo che interviene sulla vicenda delle presunte minacce agli aspiranti consiglieri comunali, scesi in campo nella compagine del candidato sindaco Bruno Di Masci. Capaldo è convinto che “Sulmona ha bisogno di ritrovare la strada per uscire dalle difficoltà in cui si trova. Il rispetto delle regole e la legalità sono i punti irrinunciabili per tutti coloro che tengono a cuore la democrazia”. L’episodio delle presunte intimidazioni continua a tenere banco dopo la rinuncia alla candidatura da parte di una donna, aspirante consigliere. La giovane però avrebbe giustificato il suo ritiro per motivi strettamente personali. Secondo gli esponenti della coalizione di otto liste che appoggiano Di Masci sindaco, la giovane avrebbe ricevuto delle intimidazioni su un biglietto lasciato sul parabrezza della sua automobile perché rinunciasse a candidarsi. Tutto è ancora da provare.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *