Magneti Marelli Sulmona: percorso più chiaro. Soluzione più vicina alle esigenze dei dipendenti

0
558

SULMONA – Un stacco minimo di 48 ore tra un turno e l’altro che alcune settimane può raggiungere le 72 ore e le 80 ore. Questo una delle soluzioni individuate dalla Fiom Cgil Provincia dell’Aquila e dalla dirigenza aziendale della Magneti Marelli di Sulmona per l’applicabilità delle modifiche ai diciotto torni. Una soluzione individuata a margine di un confronto lungo e animato, durato due giorni. “Tali turnazioni dovranno essere migliorate per consentire maggiori riposi ai lavoratori” – sostiene il sindacalista Pietro Campanella della Fiom Cgil – specificando che quella individuata è al momento la soluzione che più si avvicina alle esigenze dei dipendenti. Intanto nuovo confronto fra la Fiom e l’azienda per completare la discussione sulle proposte avanzate dal sindacato. A margine dell’ennesimo confronto, la Fiom parteciperà all’incontro con le altre organizzazioni sindacali. “La discussione” – conclude Campanella – “avverrà nell’ambito di quanto concordato con i lavoratori in assemblea. Qualunque decisione che verrà presa dovrà sempre essere sottoposta al vaglio dei dipendenti”.

Andrea D’Aurelio

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO