Negozi virtuali sfidano la crisi. Nel 2015 calo di attività cedute

SULMONA – In tempo di crisi e di saracinesche abbassate, arrivano timidi segnali di ripresa per il commercio cittadino, soprattutto quello digitale. Nell’ultimo bilancio delle attività produttive del Comune di Sulmona, sono quattro le nuove aperture registrate in tal senso. Lo shopping digitale debutta così nel capoluogo peligno grazie ai giovani con l’apertura dei negozi virtuali e l’e-commerce. Non mancano però anche per chi decide di sfidare la crisi con il commercio digitale, regole e procedure amministrative da rispettare. Altro dato degno di nota è il calo di cessazione di attività commerciali. Nel 2014 erano 37 gli esercizi ceduti nel territorio comunale. Nel 2015 sono 29. Numeri da non sottovalutare, dal momento che si continua a parlare di spopolamento e serrande abbassate. Le nuove aperture nel 2015 sono 42, 30 quelle nuove, il resto sono trasferimenti e sub ingressi. Fra la tipologia delle attività aperte, mantengono il primato bar e pub. Sono tredici le richieste di nuove attività di questo tipo, tre in meno del 2014. A spopolare però sono le vendite online con diversi negozi che lanciano il cuore oltre l’ostacolo e affiancano store virtuali. Non pochi si domandano se sia davvero questa la strada da percorrere per uscire dalla crisi.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *