Ok al piano sanitario, maggioranza firma documento dopo ko in Consiglio

0
463

L’AQUILA – Dopo il ko di mercoledì’ scorso in Consiglio Regionale proprio sul piano di riordino della rete ospedaliera, questa mattina i componenti della maggioranza in Consiglio regionale Silvio Paolucci, Andrea Gerosolimo, Mario Olivieri, Mario Mazzocca e Luciano Monticelli hanno sottoscritto il documento nel quale stabiliscono di condividere le linee di indirizzo e il contenuto del Piano di riqualificazione del servizio sanitario abruzzese e auspicano il rapido completamento delle procedure di uscita dal Commissariamento della Regione Abruzzo da parte del Governo nazionale. Due giorni fa la maggioranza era andata sotto grazie alle assenze e allo sgambetto del consigliere regionale Maurizio Nicola. La Giunta ora viene impegnata a rafforzare la rete di emergenza e del 118 secondo gli standard organizzativi più evoluti, soprattutto per quanto riguarda le reti Ima, Stroke ( che toccano anche all’ospedale di Sulmona) e politrauma; garantire la massima efficienza con monitoraggio continuo di tutte le reti di emergenza e di urgenza; definire con la massima celerità il sistema di assistenza territoriale e degli Ospedali di Comunità, al fine di rafforzare l’attuale copertura delle cure primarie e delle patologie croniche sul territorio; definire livelli ottimali di prevenzione, prime cure, emergenza-urgenza e tutela nei territori interni, soprattutto in quelli montani più disagiati, con particolare riferimento alle aree interne delle province di Chieti e L’Aquila, consapevoli che nella regione ci sono territori con differenti opportunità in ragione del sistema viario ereditato. Si attende intanto il decreto del Commissario ad acta proprio sul futuro del nosocomio peligno che era atteso per queste ore. “Sono un sindaco che non ha grandi rimostranze da presentare alla proposta per la riorganizzazione che è toccata alla Valle Peligna, avendoci conservato dei particolari servizi. Ora attendiamo con ansia le carte”. Sono le parole del sindaco di Sulmona Annamaria Casini.

Andrea D’Aurelio

(Foto Ansa)

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO