Ospedale di Sulmona: 87enne morta con il collo spezzato. Procura apre inchiesta

0
489

SULMONA – Entra in ospedale per alcuni valori glicemici sotto la norma e muore dopo tre giorni. Protagonista della vicenda una donna sulmonese di 87 anni, il cui decesso resta avvolto nel mistero. Secondo quanto riporta il quotidiano Il Centro i fatti risalgono a mercoledì scorso quando la paziente viene ricoverata nel reparto di urologia del nosocomio peligno per acetosi metabolica. L’87enne sta bene e viene trasferita a Medicina. Tutto si complica tra giovedì e venerdì quando l’anziana, molto agitata, sarebbe rimasta incastrata nelle sbarre del letto e gli infermieri si sarebbero adoperati per far fronte alla situazione. Dalla Tac, a cui viene sottoposta in seguito, risulta che l’87enne ha la base del collo spezzata. Alle ore 7 di sabato 13 agosto entra improvvisamente in coma e muore alle ore 10:37. Su sollecitazione dei familiari la Procura della Repubblica di Sulmona ha aperto un’inchiesta per far luce su una vicenda che ha dell’incredibile. La cartella clinica dell’anziana di Sulmona è stata posta sotto sequestro. Il Pm Aura Scarsella ha disposto l’esame autoptico che molto probabilmente sarà eseguito nella giornata di domani. Sul caso indagano i Carabinieri di Sulmona, coordinati dal Capitano Florindo Basilico.

Andrea D’Aurelio

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO