Ospedale di Sulmona e Piano Sanitario, Chiodi: “Nuovo Ospedale a rischio, decreto va rivisto”

SULMONA – “E’ assurdo avviare la costruzione di un nuovo e moderno ospedale per Sulmona e nello stesso tempo ridurlo a poco più di un poliambulatorio. Ho l’impressione che sia in atto una manovra per dirottare i consistenti fondi già destinati in Valle Peligna su Pescara-Chieti, dove sarà realizzato l’ospedale di secondo livello”. A dirlo in una conferenza stampa nel terzo piano dell’ala vecchia del nosocomio sulmonese l’ex Presidente della Regione Gianni Chiodi che definisce un errore il provvedimento adottato per l’ospedale di Sulmona. “Per fare una deroga al piano sanitario regionale occorrono un quarto d’ora e un tratto di penna”, rimarca il consigliere regionale di Forza Italia, sostenendo che “il decreto può essere modificato e le deroghe sono previste”. “Nessuno s’illuda che vengano implementati e reintrodotti servizi come la terapia intensiva, che non sono compatibili con un ospedale di base, quale quello di Sulmona, secondo il piano di riordino varato dal commissario D’Alfonso”, continua Chiodi. “Imputano alla mia giunta dell’epoca di avere svuotato l’ospedale di Sulmona – conclude l’ex governatore – ma come mai gli attuali amministratori regionali non hanno messo in atto le promesse fatte durante la campagna elettorale? La logica che ispira l’azione della giunta regionale è tutta volta a comprimere servizi e competenze della sanità pubblica a vantaggio di quella privata”. Un appello alla mobilitazione degli amministratori del territorio e dei cittadini è partito dalla senatrice Paola Pelino e dal consigliere regionale Emilio Iampieri, presenti nell’incontro con la stampa assieme alla Coordinatrice Provinciale del partito Antonella Di Nino, il Vice Coordinatore Regionale Luigi La Civita e l’esponente Elisabetta Bianchi.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *