Ospedale di Sulmona, reparto Medicina Nucleare a rischio chiusura: Tdm rilancia allarme

SULMONA – L’Ospedale di Sulmona rischia di perdere il reparto di Medicina Nucleare. La denuncia è arrivata dal Responsabile Regionale del Tdm Edoardo Facchini stamane in conferenza stampa. Il reparto mantiene solo un’apertura mensile, provocando notevoli disagi per gli utenti. Nuovo allarme sul reparto di diabetologia con la seconda dottoressa che ha richiesto le ferie. “Ci hanno assicurato l’immediata sostituzione, se non sarà cosi i problemi torneranno”, sottolinea Facchini che fa sapere di aver già provveduto a segnalare il caso dalla Direzione Generale. Rassicurazioni invece sono arrivate sulla costruzione del nuovo ospedale. “I lavori vanno avanti seppur a rilento – riferisce – “è assurdo quindi continuare a parlare di chiusure e smantellamenti se si sono erogate delle risorse specifiche”. A tal proposito il Tdm ha depositato una denuncia alla Corte di Conti per la soppressione del punto nascita dell’Ospedale di Sulmona. La Coordinatrice sulmonese di Cittadinanza Attiva Maria Grazia Maradei e quella regionale Catia Puglielli, appena elette, fanno sapere inoltre di aver avviato le verifiche nel pronto soccorso per verificare la corretta applicazione del codice triage. C’è attesa intanto domani per la decima Giornata Europea dei Diritti del malato. Nella sede sulmonese del Tdm sarà possibile firmare per l’abolizione del ticket dei 10 euro che grava sul privato e consultare il materiale utile sul tema dei diritti del malato.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *