Pescara vs Inter 1-2: all’Adriatico vince soffrendo e in rimonta l’Inter ma questo è davvero un buon Pescara

0
527

PESCARA – L’Inter all’Adriatico passa soffrendo e rimontando un buon Pescara, che fino a 13’ dal termine conduceva grazie alla rete dell’ex PSG Bahebeck. Poi si scatena Icardi, autore di una doppietta da vero centravanti, sfruttando prima un cross al bacio di Banega e successivamente approfittando di una disattenzione della retroguardia abruzzese al 91’. L’Inter di De Boer è ancora un cantiere aperto. Al “Cornacchia” i nerazzurri sono ancora alla ricerca della propria identità di gioco. I ragazzi di Massimo Oddo, al contrario, mostrano un bel calcio soprattutto nel secondo tempo. Nella prima frazione, dopo un inizio con il freno a mano tirato, il Delfino esce dalla propria tana con i bei fraseggi di Caprari e Verre che mettono in difficoltà sulla destra D’Ambrosio e Murillo. Il primo squillo è dell’Inter con un sinistro di Banega respinto di piede da Bizzarri. Il Pescara risponde con uno spunto di Caprari che supera Murillo e appoggia in area per Verre, che da due passi coglie in pieno la traversa. La ripresa è pirotecnica. Inizia meglio l’Inter, assediando l’area biancazzurra, ma è il Pescara a passare in vantaggio al 63’, quando Bahebeck ruba il tempo a D’Ambrosio ed appoggia alle spalle di Handanovic. Il portiere sloveno sarà chiamato agli straordinari appena quattro minuti più tardi, negando a Verre il gol del raddoppio. De Boer risponde usufruendo di tutte e tre le sostituzioni in un colpo solo. Fuori Perisic, Candreva e Medel; dentro Jovetic, Eder e Palacio e cambio di modulo in 4-2-4. La partita cambia, l’Inter spinge e trova la rete con il suo capitano Icardi, che svetta più in alto di tutti su un cross di Banega e firma il momentaneo pareggio. Il finale è scoppiettante. Prima Handanovic smanaccia in calcio d’angolo un traversone di Pepe sfiorato da Bahebeck. Poi Palacio ha l’occasione per il 2-1 nerazzurro, ma Bizzarri gli nega la gioia del gol. Quando la gara sembrava destinata a concludersi con un pareggio arriva il lampo del solito Icardi, che sfrutta un’incertezza della difesa Pescarese e punisce i biancazzurri al 91’ con un destro preciso che batte Bizzarri e regala all’Inter la prima vittoria stagionale.

IL TABELLINO

PESCARA-INTER 1-2
Pescara (4-3-3): Bizzarri 6; Zampano 6,5, Campagnaro 6, Gyomber 5, Biraghi 6; Cristante 6, Memushaj 6, Brugman 5,5; Verre 6,5 (23′ st Aquilani 6), Caprari 7 (36′ st Pepe sv), Benali 5,5 (12′ st Bahebeck 7).
A disp.: Fiorillo, Crescenzi, Bruno, Manaj, Zuparic, Vitturini, Mitrita, Coda, Fornasier. All.: Oddo 6,5

Inter (4-2-3-1): Handanovic 6,5; D’Ambrosio 5, Miranda 6, Murillo 4,5, Santon 5,5; Joao Mario 5,5, Medel 5,5 (30′ st Palacio 6); Candreva 5,5 (30′ st Eder 6), Banega 6, Perisic 5 (30′ st Jovetic 6); Icardi 7.
A disp.: Carrizo, Melo, Kondogbia, Biabiany, Ranocchia, Gnoukouri, Nagatomo, Brozovic, Miangue. All.: De Boer 6
Arbitro: Damato
Marcatori: 18′ st Bahebeck (P), 32′ st e 46′ st Icardi (I)
Ammoniti: Gyomber (P); Joao Mario (I)
Espulsi: –

Valerio Di Fonso

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO