A Pratola Peligna la festa continua: la Trinità e il suo programma ricco di eventi. Gran finale con gli Zero Assoluto. Pratola centro pulsante della Valle Peligna

PRATOLA PELIGNA – Si comincia con un convegno sulla realtà popolare, si chiude con il gioco a quiz il “Cervellone” e nel mezzo l’attesissimo concerto del duo musicale “Zero Assoluto”. TRINITA'Quest’anno per la festa della Ss.ma Trinità di Pratola Peligna un ricchissimo programma, presentato ieri dal Presidente del comitato festa Quintino Liberatore, dalla mastra Rita De Crescentiis e dal Priore dell’Arciconfraternita Giustino Trubiano. L’obiettivo della festa è quello di allungare la scia di successo, aperta dal comitato festeggiamenti Madonna della Libera con una festa riuscita alla perfezione. “Anche noi siamo pronti a dare il nostro contributo con quattro giorni pieni di appuntamenti che dovranno rendere Pratola il centro pulsante della Valle Peligna”, spiega il Presidente Liberatore. Un comitato che ha puntato molto sullo spirito di squadra e su una unione di intenti con l’arcisodalizio trinitario per tutelare e portare avanti una tradizione molto sentita nel centro peligno. Il programma dei festeggiamenti si aprirà il 19 maggio con un convegno sulla Ss.Trinità nella realtà popolare. Seguirà la rievocazione storica del corteo. Il 20 maggio un torneo di calcio a 5 dedicato a Domenico Ciaglia, un evento dedicato ai bambini e la terza edizione di “Stelle per una notte”. ZERO ASSOLUTO SANREMOSabato 21 maggio occhi puntati sul concerto degli “Zero Assoluto” che si esibiranno alle 21,30 in piazza Garibaldi. Per gli amanti del calcio sarà trasmessa sul maxi schermo la finale di coppa Italia Juventus-Milan. Fra le novità della giornata di domenica 22 maggio il quiz “Il Cervellone” alle ore 21 in piazza Madonna della Libera. Nel programma religioso l’evento clou è la solenne processione che partirà alle ore 18 di domenica 22 maggio. Una festa quella della Ss.ma Trinità che ha sfidato la crisi, riuscendo a catturare risorse da tutto il popolo pratolano grazie all’impegno della mastra, delle cercatrici e del comitato. A Pratola Peligna è l’unione che la festa.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *