Rito dei Serpari di Cocullo: candidatura a patrimonio Unesco. Raccolta firme anche a Pacentro

PACENTRO – Oltre tremila firme per candidare il Rito dei Serpari di Cocullo come patrimonio immateriale dell’umanità Unesco. Il bilancio della lunga raccolta firme, partita il primo maggio scorso in occasione della festa di San Domenico, è arrivato a Pacentro in occasione della “Corsa degli Zingari”. Il reso conto del progetto sarà illustrato il prossimo 1 ottobre a Cocullo quando converranno tutti i comuni che hanno come filo conduttore la devozione a San Domenico Abate per la formazione di una associazione temporanea di scopo con l’intento di presentare un progetto di sviluppo turistico di gran parte del Centro Italia. L’associazione coinvolgerà quattordici comuni, di cui quattro della provincia dell’Aquila ( Cocullo, Villalago, Anversa degli Abruzzi e Bugnara). “Abbiamo girato in lungo e in largo il territorio, prendendo parte alle varie feste che hanno animato la stagione”- sottolinea Pasquale D’Alberto uno dei promotori. “Abbiamo riscosso grande consenso. Un intero territorio ha sposato la nostra causa, cogliendo anche il messaggio che da mesi stiamo lanciando”, conclude.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *