Scandalo “Furbetti del cartellino” al Comune di Sulmona e il caso simile del Comune di Sanremo: lì 32 dipendenti su 196 furono licenziati

SULMONA / SANREMO – Caso “tristemente” nazionale quello del Comune di Sulmona con i suoi dipendenti poco inclini a recarsi a lavoro (proprio nel loro orario di lavoro!), che subito fa balzare alla mente il simile caso verificatosi poco tempo fa nel Comune di Sanremo.
Anche lì, come a Sulmona, il Blitz della Guardia di Finanza aveva portato sgomento e scandalo tra i cittadini increduli. Ma veniamo alla cronaca e facciamo un passo indietro andando a ricordare cosa è accaduto poi nel Comune di Sanremo a seguito del processo.
Nove dipendenti del Comune di Sanremo furono sospesi e uno multato a seguito degli accertamenti sull’assenteismo della Commissione disciplinare. L’iniziativa nacque a seguito dell’inchiesta `Stakanov” della Guardia di Finanza che nell’ottobre 2015 portò a 43 misure restrittive: 35 arresti domiciliari e 8 obblighi di firma. L’inchiesta interessò complessivamente 196 dipendenti. Riepilogando: 29 i dipendenti sospesi e 3 quelli multati, mentre i licenziati furono 32.
Anche a Sulmona la giustizia farà il suo corso ovviamente e in molti in città si chiedono: chissà in quanti verranno mandati a casa e chissà in quanti rimarranno sulle loro “dorate ed a tempo indeterminato” sedie…questa volta per lavorare durante il proprio orario di lavoro.

(Red)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *