Sicurezza Scuole Provincia dell’Aquila: Presidente Antonio De Crescentiis incontrerà a Roma il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Del Rio

L’AQUILA – Certezza dei finanziamenti per gli interventi necessari a garantire, nel più breve tempo possibile, la sicurezza di tutte le scuole della provincia; snellimento delle procedure; revisione della normativa sull’Iva in via speciale solo per le scuole, così da avere a disposizione le intere risorse pubbliche stanziate per la ricostruzione e l’adeguamento sismico degli edifici. Sono alcune delle richieste che il Presidente dell’Aquila Antonio De Crescentiis, a nome di tutti i sindaci, ha rivolto al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Del Rio nel corso di un incontro che si è tenuto la settimana scorsa all’Aquila. De Crescentiis è riuscito a strappare un incontro con il Ministro a Roma che dovrebbe tenersi a breve. “Ho evidenziato come sia inaccettabile, dopo oltre 7 anni e mezzo dal sisma del 2009, che a L’Aquila ci siano scuole ancora ospitate nei Musp”- riferisce il Presidente della Provincia nonché sindaco di Pratola. “Ho rappresentato la necessità di garantire, in tempi brevi, l’avvio dei lavori anche negli edifici scolastici degli altri territori ed in particolare della Valle Peligna, per restituire ai genitori e ai ragazzi la necessaria tranquillità a cui hanno legittimamente diritto”. “Mettiamoci a sedere intorno a un tavolo per trovare, insieme, le soluzioni per snellire procedure e tempi per l’adeguamento sismico. Non è possibile – ha ribadito De Crescentiis – ritardare la ricostruzione delle scuole e degli edifici pubblici. Noi siamo pronti ad avviare subito questo confronto, a cercare soluzioni condivise”. Dal Ministro Del Rio sono arrivate immediatamente delle rassicurazioni. “La sicurezza delle scuole – ha detto – deve essere una priorità assoluta nell’agenda del Governo”. In tanti in queste ore si augurano che gli impegni presi si tramutino in fatti concreti.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *