Studio qualità dell’aria, Mastrangioli chiede tavolo di lavoro: “ Ognuno faccia la sua parte”

SULMONA – “Attivare un tavolo di concertazione o di lavoro tra le amministrazioni comunali, nelle loro varie rappresentanze politiche, l’Asl, l’Arta, il Registro Tumori Abruzzo, Cetemps e Cdca, per decidere le modalità di avvio dello studio sulla qualità dell’aria e sul come ricercare e stabilire le fonti per il suo finanziamento, calcolato in circa 150.000 euro”. E’ il monito che arriva dall’ex sindaco di Raiano Enio Mastrangioli, all’indomani della chiusura dei lavori del terzo congresso medico nazionale dove è stato presentato lo studio sulla qualità dell’aria, progetto pilota per l’intero territorio nazionale che parte da Sulmona. Secondo Mastrangioli “ognuno deve fare la propria parte: Regione, Comuni, Provincia, Fondazioni e soggetti privati, senza alibi da parte di nessuno se si ritiene che la tutela della salute e dell’ambiente rappresentino delle priorità, oltreché degli obblighi costituzionali”. Un accorato appello Mastrangioli lo rivolge in particolare all’Unione Terre dei Peligni, considerato che su cinque Comuni facenti parte dell’Unione, per ben tre, Raiano, Corfinio e Roccacasale, per il triennio 2009-2011, è stato riscontrato un indice di mortalità nel tempo superiore alla media regionale. Ai tre si affianca anche il Comune di Pratola Peligna. Dati desumibili da un Report sulla prevalenza dei tumori nei Comuni della Regione Abruzzo, realizzato nel 2012 da quattro esperti dell’Agenzia Sanitaria Regionale. Resta indispensabile per dare forza all’iniziativa”- conclude Mastrangioli- “l’avvio di forme e momenti di coinvolgimento e di riflessioni pubbliche utili a suscitare un movimento di opinione allargato, unitario e determinato, di coinvolgimento dei medici di base, magari con specifiche forme di coordinamento che durino nel tempo, finalizzato a pretendere la messa in atto di tutte le azioni utili a preservare, tutelare e prevenire le condizioni di salute e di vivibilità della comunità peligna”. Lo studio sulla qualità dell’aria sarà attenzionato intanto dalla Regione Abruzzo nell’apposita commissione consiliare grazie all’intervento dell’assessore regionale Andrea Gerosolimo.
Andrea D’Aurelio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *