Sulmona: si torna a parlare di violenza in città

SULMONA – Si torna a parlare di violenza a Sulmona. A riaccendere i riflettori sono gli ultimi episodi, finiti agli onori della cronaca. E’ notizia di pochi giorni fa la denuncia da parte della Polizia di un 21enne sulmonese per lesioni personali aggravate e estorsione. Nelle piazze e nei quartieri della città si discute se le giovani generazioni siano o meno più violente di quelle di un tempo. Diverse le opinioni di pensiero. La maggior parte degli intervistati ha dichiarato che la violenza appartiene a ogni epoca ma oggi forse si è persa la misura. “Non mi era mai capitato di sentire che un ragazzo viene picchiato per una sigaretta non data, ai miei tempi le sigarette si dividevano” – rilevano i cittadini, per lo più artisti e commercianti. E’ un giornalista a spiegare come “di questi tempi sono cambiati i punti di riferimento. Chi trasgredisce è diventato un modello, mentre l’onesta e la rettitudine sono cadute nell’oblio, quando invece dovrebbero essere virtù da imitare”. Dissente un giovane. “Ho 39 anni” – dice – “e la violenza si è sempre verificata. Cambiano i luoghi e le modalità d’esercizio, ma non c’è da stupirsi”.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *