338.4232122

Chiama

Via Galileo Galilei

67039 Sulmona, AQ

8:30 AM - 20:30 PM

Dal Lunedì al Sabato

Sulmona: il “Vessillo” di Japasseri celebra le fontane della città

23 Lug

Sulmona: il “Vessillo” di Japasseri celebra le fontane della città

SULMONA – Una sorta di viaggio itinerante per riscoprire il patrimonio artistico-culturale del capoluogo peligno, puntando l’accento sulle fontane e sull’acqua. Questo il filo conduttore dell’undicesima edizione de “Il Vessillo”, il giornale ufficiale del Sestiere di Porta Japasseri, presentato ieri davanti a un folto pubblico nella splendida cornice del cortile della Ss.ma Annunziata. Nella rivista si trova di tutto e di più: fontane, pozzi, fontanoni, lavatoi, conche, sorgenti e le varie declinazioni dell’acqua. Un elemento che consolida il legame di amicizia fra il Sestiere e le città gemellate di Anversa degli Abruzzi e Zante. “Il Vessillo” 2016 sviscera anche le varie manifestazioni che si svolgono nel corso dell’anno nella città di Sulmona, quasi a rappresentare una sorta di memorandum per sigillare la storia e la tradizione della patria di Ovidio. “Da ormai undici anni lavoriamo per raccontare la Giostra e Sulmona in un giornale che arriva con le sue diecimila copie anche all’estero”, sottolinea il capitano del Sestiere di Porta Japasseri Antonio Cinque. Al centro della pubblicazione il recupero della Fontana Japasseri che versa in condizioni di degrado e abbandono. Lo fa capire nelle sue righe introduttive anche il Direttore Responsabile de “Il Vessillo” Antonio Di Bacco. Alla presentazione della rivista, coordinata da Claudio Natale, sono interventi oltre a Cinque, il Presidente Onorario della Giostra Mimmo Taglieri; il Presidente del Consiglio Comunale di Sulmona Katia Di Marzio, l’assessore del Comune di Anversa Mario Giannantonio, l’anima del giornale e il Direttore Artistico del Sestiere Vincenzo Di Primio. “La pubblicazione della rivista dimostra che la Giostra non è solo un fatto folkloristico ma fortemente culturale”- rimarca il Presidente onorario Mimmo Taglieri. Al termine della presentazione è seguito il percorso itinerante per le fontane della città, guidato da Maria De Deo, che ha ricordato come lo stesso poeta Ovidio cantò la ricchezza delle acque dell’antica Sulmona.

Andrea D’Aurelio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *