Tribunale di Sulmona, Sentenza del Giudice sulla giovane disabile sulmonese: si dovrà attendere il prossimo 28 novembre

0
446

SULMONA – Slitta la decisione del Giudice del Tribunale di Sulmona sul caso di Jessica Mastrangioli, la disabile sulmonese che si è vista revocare da parte dell’Inps l’indennità di accompagnamento. L’udienza era prevista per la giornata dell’8 novembre ma, per un problema puramente burocratico, si dovrà attendere il prossimo 28 novembre per conoscere la sentenza del giudice. Agli atti per il momento resta solo la perizia medica di Luigi D’Orazio. Nel 1998 Jessica, affetta da ritardo mentale con sindrome genetica, è stata riconosciuta invalida al 100% con necessità di assistenza continua. Nonostante il suo quadro clinico sia peggiorato rispetto al passato, la Commissione Inps di Sulmona ha revocato la concessione dell’indennità di accompagnamento. Dalla perizia medica sarebbe emerso che la 25enne non è assolutamente nella condizione di poter essere lasciata da sola, non essendo in grado di compiere autonomamente tutti gli atti della vita. E’ intervenuta anche la madre, Germana Presutti, che ha dichiarato guerra all’Inps. La donna ha annunciato di andare fino in fondo, qualunque sia la decisione del giudice. Per l’avvocato Catia Puglielli “in questo caso non servirebbe nemmeno un accertamento medico legale” Secondo l’avvocato “se non dovesse essere riconosciuta l’indennità di accompagnamento bisogna solo sperare che la mamma della giovane viva a lungo altrimenti la ragazza rischia di essere lasciata sola a se stessa”.

Andrea D’Aurelio

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO