Tribunale di Sulmona, soppressione a Settembre 2018: il Parlamento proporrà una ulteriore proroga?

0
649

SULMONA – “Se il Parlamento vorrà proporre al governo eventuali modifiche, il governo le valuterà”. Non si sbilancia il Sottosegretario alla giustizia Federica Chiavaroli, intervenuta giorni fa nella sala della Comunità Montana Peligna a Sulmona, in occasione dell’incontro per il sì sul referendum costituzionale del 4 Dicembre. Il riferimento è al futuro del Tribunale di Sulmona, la cui soppressione è stata fissata per settembre 2018. Chiavaroli non usa mezzi termini e a proposito di una eventuale e ulteriore proroga passa la palla al Parlamento. “Non dipende dal governo ma da quello che deciderà il Parlamento che ha votato la riforma della geografia giudiziaria”- ricorda il Sottosegretario. Eventuali modifiche saranno valutate se proposte dunque da Palazzo Madama e Montecitorio. Proprio Chiavaroli lo scorso 15 ottobre aveva aperto uno spiraglio di luce sulle sorti del Palazzo di Giustizia, annunciando che “nel prossimo Milleproroghe è possibile individuare una strada per provare a salvare, se non tutti, alcuni dei tribunali abruzzesi che altrimenti verranno soppressi nel 2018″. Morale della favola la parola fine non è stata ancora scritta, ma la battaglia non è delle più facili. Ancora nessun segnale invece dal Ministro Andrea Orlando che doveva incontrare la senatrice Paola Pelino, come comunicato lo scorso 30 settembre dalla parlamentare.

Andrea D’Aurelio

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO